Per un cibo amico della salute

Per un cibo amico della salute

Presentato da Vandana Shiva in occasione del SANA il Manifesto Food for Health. L’obiettivo? Trasformare i sistemi alimentari dannosi per l’ambiente e per la nostra salute in sistemi alimentari rigenerativi e salubri.

È stato presentato qualche giorno fa, in occasione del SANA di Bologna, il Manifesto Food for Health, curato da Navdanya International – l’organizzazione fondata e presieduta da Vandana Shiva – con la collaborazione di esperti internazionali nei settori della salute e dell’alimentazione; il documento è stato elaborato nell’ambito dell’omonima campagna internazionale ed è la prosecuzione del lavoro della Commissione Internazionale sul Futuro del Cibo e dell’Agricoltura.
Il Manifesto lancia un allarme: ci troviamo davanti a un’importante crisi sanitaria, connessa con il peggioramento dei metodi di produzione e commercializzazione del cibo e dovuta all’abbandono dei sistemi alimentari naturali e tradizionali. Ci troviamo dunque ad affrontare una sfida non da poco: fronteggiare la crescente dipendenza da un sistema produttivo malsano, caratterizzato dall’uso di sostanze chimiche e dalle economie di scala, il cui solo fine è quello di aumentare le quantità prodotte – a scapito delle qualità nutrizionali e della salute. Quello che non viene riconosciuto è lo stesso diritto a un cibo adeguato, salubre, accessibile ed economicamente sostenibile.
Fortunatamente assistiamo, allo stesso tempo, ad una sempre maggiore presa di coscienza, sia da parte degli agricoltori che dei consumatori: un recente panel test di Nomisma ha evidenziato che in Italia l’acquisto di prodotti biologici è motivato dalla percezione che questi siano più salutari, in virtù dell’assenza – o delle minime quantità – di pesticidi e residui chimici; e dunque continua a crescere il consumo di bio, ormai non più considerato una nicchia ma una fetta importante degli acquisti di prodotti alimentari.
Purtroppo la strada è ancora lunga, e il Manifesto ribadisce con forza, e in più punti, la necessità di una transizione verso un sistema agroalimentare che tuteli la salute dell’uomo e dell’ambiente: il primo passo è l’educazione alimentare dei consumatori, sin da bambini; segue la riorganizzazione dei mercati alimentari, a partire da metodi produttivi più equi e responsabili, che privilegino l’agricoltura biologica, la filiera corta e la biodiversità. Il tutto coordinato e organizzato da politiche governative internazionali e condivise a livello globale.
Il Manifesto Food for Health è edito in Italia da Terranuova Edizione, che lo ha reso anche consultabile gratuitamente online, all’indirizzo https://www.terranuovalibri.it/landing_page--manifesto-food-for-health-318.html

Leggi l'approfondimento

Utilizziamo cookie tecnici e di profilazione (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza su questo sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie; in alternativa, leggi l'Informativa Estesa e scopri come disabilitarli.